//
you're reading...
The Mentalist S5, Ultimi episodi

The Mentalist 5×04: “Blood Feud”

Non esiste solo Patrick Jane

L’episodio numero 4 di The Mentalist, Blood Freud, trasmesso domenica scorsa, ha visto protagonista il buon Wayne Rigsby in un momento particolarmente doloroso della sua vita. Devo dire che, tutto sommato, l’episodio mi è piaciuto soprattutto per la bravura di Owain Yeoman che ha saputo rendere bene, senza scadere nel patetico, la sofferenza del personaggio. Davvero tenere, poi, le scene con il piccolo Ben (ma quanto dolce è quel bambino??).

Bello anche il ritorno di JJ LaRoche (l’uomo del tupperware!!) e, soprattutto, il suo incontro/scontro con Jane nel finale: diretto e senza giri di parole, tanto da far emergere un lato di Patrick davvero inquietante (avrebbe pianificato tutto per permettere a Rigsby di vendicarsi…. Creepy). Adorabile, poi, l’immediato intervento a difesa di Lisbon da parte di Patrick, che non ha esitato un secondo ad ammettere le proprie responsabilità per evitarle grane. Un notevole cambiamento, non trovate? Che il rapporto tra i due sia cambiato nel corso delle stagioni è evidente, ma a cambiare è lo stesso Jane: se da un lato è sempre più furbo e manipolatore dall’altro è anche sempre più affezionato a Teresa e al team ( e non lo nasconde neanche più).

Se in linea di massima il giudizio su questo episodio è buono, qualche “bacchettata” andrebbe data all’autore per aver gestito il caso in maniera talmente ovvia, che stentavo a credere ai miei occhi. Aspettavo da un momento all’altro che ci fosse un colpo di scena ed, invece, il colpevole era proprio lui. Mancava solo una freccia con scritto “sono io il colpevole” ed eravamo a posto!! Mi sembra che sempre più spesso il caso della settimana diventi una scusa per parlare d’altro… Credo che un po’ di più di impegno sia segno di rispetto per il pubblico e, a questo punto, credo sia dovuto, non credete?

Comunque, polemiche a parte, questo episodio è stato utile anche perché ha eliminato un potenziale Red John di scena: direi che il padre di Rigsby, se mai qualcuno lo avesse preso in considerazione, esce dalla lista dei potenziali RJ. Altra chicca dell’episodio? Rigsby e Sarah si sono lasciati… Che ci sia in vista un nuova Rigspelt? Io me lo auguro anche perché quei due insieme mi piacevano davvero tanto!!

Voglio chiudere con un  sorriso… Avete notato che la dolce (e molto incinta) Van Pelt viene sempre ripresa a mezzo busto, seduta oppure nascosta dagli oggetti più improbabili?  Nell’ultimo episodio la soluzione adottata è stata addirittura esilarante!!

Discussione

31 pensieri su “The Mentalist 5×04: “Blood Feud”

  1. esilarante è dire poco per quel contenitore che le copre la pancia! ahah
    condivido su tutto, specie sul colpevole. Potevano gestire meglio l’episodio perchè ci stava invece bene come “quest”..

    Io al padre di Rigsby come RJ non ci avevo mai pensato, ma forse questo episodio ci ha suggerito di escludere anche la roche.

    e poi il segreto di laroche NON è sicuramente, per nessun motivo, collegato a RJ, ma sicuro a qualcosa come quella che lisbon nascondeva per e con bosco.

    Sono curioso perchè aldilà di chi sarà RJ the mentalist, ed è un peccato per gli ascolti, si è portato avanti molte quest secondarie, che c’entrano e non c’entrano con RJ. Da stiles (omicidio di farragut, e tanti altri omicidi e magagne, fino a “come fa a sapere tutte queste cose su jane e rj che dice di sapere”) a LaRoche, a Rigsby ecc..

    Tra l’altro, banale come hanno gestito la separazione tra la brutta inutile antipatica e civetta Sarah e Rigsby. Che sia stato, non ho informazioni, sto supponendo, perchè l’attrice non è stata “confermata” o non ha trovato un accordo? Quasi sicuramente è così, e questo è stato solo un modo per dirci che non tornava più. O forse tornerà… Chi lo sa. Mi spiace per il piccolo rigsby (una mamma che lascia il figlio col padre?? Poi per il motivo per cui lo ha lasciato, di solito una mamma si porta appresso il figlio e lascia piantato in asso il padre/compagno..mah, hanno trattato la faccenda con superficialità) ma van pelt è molto meglio. Però vabbè, avrà grace come mamma, speriamo.

    Anche se mi aspetto il colpaccio da parte di RJ, sicuramente qualcosa a lisbon, van pelt, cho, rigsby, uno o più di loro avranno dei problemi, credo qualcuno farà una brutta fine.

    Pubblicato da marco | ottobre 23, 2012, 8:49 pm
  2. Rigsby non è mai stato il mio personaggio preferito,anzi confesso che fra tutti è sempre stato quello che ho amato di meno ma devo dire che questo episodio ,sorprendentemente,me l’ha fatto rivalutare.E cosí ho capito che la colpa del mio non-amore per Rigsby è dovuta solo al fatto che gli sceneggiatori non si sono mai preoccupati più tanto di sviluppare il suo personaggio:se ogni tanto ci facessero vedere che Rigsby non è soltanto il “gigante buono” e un pò tontolone innamorato perso di Grace ma che è anche molto altro(chi l’avrebbe detto che anche lui ,internamente, fosse cosí conflittuale o che fosse interessato a cose come la vendetta? Pensavo che questo fosse campo esclusivo di Jane),allora forse tutti noi ameremmo un pò di più il buon vecchio Wayne.Ho rivisto con piacere LaRoche …..adoro le sue conversazioni con Jane cosí piene di sottointesi e doppisensi ed il loro rapporto fatto di odio-amore ma anche di reciproco rispetto .Spero che si riveda ancora nel corso della stagione,anche perchè ,prima o poi ,vorrei scoprire cosa c’è in quel Tupperware nella cassaforte.Ed è vero, ultimamente i casi sono un pò banali ma io questa non la considero una mancanza di rispetto nei confronti di noi telespettatori.Naturalmente è solo una mia opinione, ma credo che in questa stagione si voglia dare più spazio alle dinamiche tra i personaggi, alle loro storie personali ed alla faccenda di Rj e che l’omicidio della settimana sia passato un pò in secondo piano.E penso che questo sia stato fatto anche per fare una similitudine con lo stesso Patrick che ,ultimamente,sembra più interessato alle sue faccende(Red John) che a risolvere crimini.Ricordate la prima scena di”The Crimson Ticket”,quando Patrick fissava pensieroso Lorelei attraverso il vetro finchè Lisbon non l’ha riportato alla realtà ricordandogli che avevano un caso da risolvere?Ecco, per me quella scena serve a spiegare l’intera stagione:Jane è tornato al CBI ,ha riavuto il suo posto di consulente ed apparentemente è tornato a fare quello che faceva prima,ma credo che in realtà sia molto cambiato…….anche se si vede che ci tiene molto alla squadra(e soprattutto a Lisbon) in alcuni momenti sembra perso in un mondo tutto suo,come se fosse lí con loro ed al tempo stesso fosse lontano anni luce,come se volesse averli vicino ma anche tenerli ad una certa distanza.E che i casi li risolva quasi meccanicamente perchè è questo che ci si aspetta da lui ma che nel farlo abbia perso un pò dell’entusiasmo che aveva un tempo.Immagino che la sua mente sia con Lorelei ed un pò anche la mia,,,,,,neanche a me interessano molto i casi, quest’anno…..penso solo a quando risentiremo parlare di RJ e considero le puntate viste finora come la classica calma prima dello scoppio della tempesta.

    Pubblicato da serena7147 | ottobre 23, 2012, 11:21 pm
    • Hai ragione, gli autori dovrebbero cercare di sviluppare i personaggi e le loro relazioni non semplicemente “una tantum” in episodi dedicati, ma nel corso delle varie puntate nello sviluppo generale della trama (cosa che fanno un po’ meglio con Lisbon). Capisco che la serie si intitola The Mentalist, quindi il protagonista è indubbiamente Patrick Jane e gli altri sono “gregari”, però altre serie (vedi Dexter) pur avendo un protagonista sono in grado di raccontare e sviluppare gli altri personaggi in maniera più naturale senza ricorrere ad episodi specifici. E’ una piccola critica che potrebbe migliorare ancor di più una serie che già adoro. Invece, per quanto riguarda i casi io credo che, essendo il pubblico molto diverso, sarebbe bene curarli un pochino di più, sono degli autori professionisti e dovrebbero essere in grado di farlo senza troppi problemi a prescindere se il focus dell’episodio è su altro.

      Pubblicato da thementalistfan | ottobre 24, 2012, 11:36 am
  3. Condivido pienamente. Delitto banale ( e siamo a 4), storia di Rigsby e suo padre molto toccante. LaRoche è un personaggio molto ambiguo e io non lo escluderei come sospettato. Mi aspettavo più Lisbon arrabbiata ma anche in questo ep niente. Jane che difende Lisbon è incredibilmente dolce, lo aveva fatto anche con Bertram nel secondo ep della quarta stagione, o almeno ci aveva provato. Sono pienamente d’accordo che sia così attaccato al team che ora non ha problemi nel lasciarlo trasparire. Io non sono molto convinta che sia arrivato al punto di creare la situazione perfetta per Rigsby di vendicarsi e se è così mi aspetto la stessa cosa quando arriverà il momento di affrontare RJ, o lo uccide lui o lo farà uccidere, ma sono sicura che non rimarrà in vita.
    Mi ha sorpreso che Cho non si sia dato più da fare per aiutare Rigsby e che VanPelt non si sia presentata a casa sua, nell’ultima scena. Questo è il mio lato romantico che li vuole vedere assieme di nuovo. Comunque uno degli autori di The Mentalist ha detto che i titoli degli episodi hanno tutti a che fare con RJ e non solo perché hanno tutti o sangue o rosso nel titolo, non so se crederci o no…alcuni titoli decisamente, ma altri…

    Pubblicato da Serena | ottobre 24, 2012, 3:11 am
    • Per quanto riguarda Van Pelt e Rigsby immagino che, se torneranno insieme, dovrà avvenire un po’ gradualmente. In fin dei conti Wayne ha rotto da poco con Sarah e deve pensare a Ben e introdurre subito un ritorno di fiamma sarebbe un po’ difficile poi da gestire alla quarta puntata… In merito ai titoli credo che capiremo in che senso sono legati a RJ solo alla fine. Della serie tutti i tasselli torneranno al loro posto.

      Pubblicato da thementalistfan | ottobre 24, 2012, 11:20 am
      • Anche secondo me LaRoche non ha niente a che vedere con RJ, probabilmente è solo un agente “law and order” alla Bosco, che fa solo il suo dovere in maniera molto scrupolosa ed è molto bravo a farlo. Il segreto sarà che anche lui forse ha usato un eccesso di forza, magari per un fatto personale, e ha occultato le prove nella cassaforte di un omicidio di qualche criminale.
        Probabilmente verso la fine della stagione, quando Van Pelt sarà più “utilizzabile” in scene più d’azione, Risgby e Grace torneranno insieme, la morte di O’Laughlin talpa di John, e la sparizione dell’avvocato, sono funzionali anche a questo. Almeno il bambino non è finito nel dimenticatoio. Secondo me la loro storia è finita per il fatto che Rigsby ha assecondato Jane nel farsi credere morto, l’avrà spaventata non poco, anche se sapeva che lui era in qualche missione segreta (suppongo).
        Io non avevo mai sospettato nemmeno del padre di Rigsby come RJ, mi sembrava un piccolo criminale comune, come in effetti era.

        Pubblicato da Stefano R | ottobre 24, 2012, 3:03 pm
      • lo sapete che adesso mi vado a rileggere ogni titolo? mi avete trovato altro per cui scervellarmi. Ebbene, grazie, perchè dovrei studiare!! ahahahahahah

        Pubblicato da marco | ottobre 24, 2012, 3:28 pm
        • Secondo me rischi di impazzire!!😉 Cmq buona fortuna!! Tienici informati se trovi dettagli importanti

          Pubblicato da thementalistfan | ottobre 24, 2012, 4:02 pm
        • Marco, voglio fare la stessa cosa. Alla fine, vediamo se le nostre teorie combaciano?

          Pubblicato da Serena | ottobre 24, 2012, 8:03 pm
        • ehi scusate, ma mi ero dimenticato di iscrivermi a questo topic dunque non ricevendo info mi sono dimenticato…ora rileggo tutto, e comunque serena, si proviamo a rivedere ogni titolo, non l’ho più fatto, stamattina corsetta doccia e poi sotto coi titoli😉

          Pubblicato da marco | ottobre 26, 2012, 8:32 am
  4. Il prossimo episodio credo che, come attesa, sia secondo solo a quello che in cui sapremo chi è RJ….almeno per quanto mi riguarda…e chi resiste fino alla prossima settimana!!!😉

    Pubblicato da Alex | ottobre 24, 2012, 4:41 pm
  5. Per gioco ti suggerisco alcuni “titoli”, che potrebbero evocare indizi, o sembrano particolarmente evocativi: Le orme di John il Rosso, His Right Red Hand, Regina rossa, Maglietta rossa, Foresta Rosso sangue, Distintivo rosso, Red Herring, The Red Box, Red All Over, Red Sky in the Morning, Red Sky at Night, The Blood on His Hands, Red Carpet Treatment, Fugue in Red (assurdo, l’hanno doppiato Rosso fuoco, titolo usato tre volte), Indizi rossi, Vendetta Rosso sangue, Rapsodia in Rosso, I suoi pensieri erano rossi, Cheap Burgundy (Rosso bordeaux, in realtà dovrebbe essere al massimo Rosso di Borgogna, sono due vini diversi), Crimson Hat, Crimson Ticket, Crimson Casanova, Blood Feud, Red Sails in the Sunset, Devil’s cherry, Cherry picked, Black cherry, Days of Wine and Roses, War of two Roses, Every rose has its thorne, Like a Redheaded Stepchild.
    Ma hanno detto che i tutti i titoli hanno indicazioni? A parte il rosso?

    Pubblicato da Stefano R | ottobre 24, 2012, 5:24 pm
    • non tutti, ma che a parte il rosso, dei titoli, non direi solo alcuni, ma parte dei titoli, hanno un indizio. ma è possibilissimo che vogliano prenderci in giro eh…

      Pubblicato da marco | ottobre 26, 2012, 8:35 am
  6. Ma non è possibile che tutti i titoli si riferiscano a Red John.Se davvero c’è nascosta una qualche chiave che può aiutare a svelare l’identità di RJ, allora penso che si debbano guardare unicamente i titoli delle puntate RJ-centriche perchè mi sembra che i titoli degli episodi “normali” in moltissimi casi siano spiegabilissimi.Cosa potrebbe mai centrare RJ con titoli come , che so, “Russet Potatoes” o “Pink Chanel Suit”?

    Pubblicato da serena7147 | ottobre 24, 2012, 9:08 pm
  7. Gli episodi dopo la terza stagione sono andati sempre calando, quarta e quinta stagione sono abbastanza banali, si salvano solo gli episodi di Erica, quelli di Brad e questo, che secondo me è uno dei migliori episodi di the mentalist in assoluto!!! Un episodio perfetto, Rigsby ha vendicato il padre con l’aiuto del vendicatore per eccellenza: Jane.
    Il prox episodio racconterà di quando Jane ha iniziato a lavorare per il CBI, inoltre Heller ha detto che in questa stagione non si scoprirà chi è Red John.
    Infine ho una domanda, leggendo su wikipedia la trama di the mentalist, per vedere se è fatta bene, ho letto che Patrick ha ucciso Timoty Carter con la pistola di un tipo, il quale era stato aiutato da Jane per vendicare la morte o della sorella o della ragazza. Sapete dirmi se è vero, e nel caso lo fosse il titolo dell’episodio, che non ricordo questa cosa.
    PS: Stupendo il lato oscuro di Patrick, credo che prima o poi sacrificherà qualcuno per prendere RJ, e non mi sento di escludere che Teresa o qualche altro membro del CBI potrebbe uccidere Patrick😉

    Pubblicato da RJkill | ottobre 24, 2012, 10:30 pm
    • Sì la storia della pistola è vera, Jane ha ucciso Timothy Carter usando l’arma che Max Winter gli aveva regalato alla fine dell’episodio 3×04. In questo episodio Winter si è vendicato uccidendo l’assassino della moglie (Henry Dahl) uscito di prigione grazie allo stesso Winter, che altera una prova solo per potersi vendicare… Patrick lo scopre (of course). Vista l’analogia tra le loro esperienze di vita tra Jane e Winter si crea una sorta di “connessione”, ecco perché quest’ultimo gli regala una pistola. Per quanto riguarda la possibilità che qualcuno del team uccida Patrick allo stato delle cose direi che è un po’ difficile, anche se, come giustamente hai detto, Jane è sempre più “dark”, la squadra è sempre più unita, come una famiglia (Rigsby perde Sarah addirittura e non odia Jane per questo!!). Credo che le dinamiche all’interno del team dovrebbero cambiare molto perché questo possa accadere ed essere plausibile. Jane dovrebbe fare qualcosa di davvero grave (il sacrificio di uno di loro potrebbe essere la molla, come dici tu) per perdere l’appoggio di Teresa e/o del resto della squadra. Staremo a vedere, tutto dipende da come Heller intende chiudere TM e quale tipo di messaggio ha in testa.

      Pubblicato da thementalistfan | ottobre 25, 2012, 10:56 am
      • Hanno detto che non sveleranno esplicitamente RJ, ma avremo molti elementi in più per capire, in questa stagione.
        Heller mi sembra volesse che dire che TM racconta la redenzione di Jane per quello che ha fatto da quando ha causato l’ira di RJ, il suo lato oscuro (che tra l’altro ha sempre avuto) è questa sua indole da giustiziere (non è certo l’unico nei telefilm polizieschi), che lo differenzia comunque da RJ che è un serial killer che uccide chi lo offende perché gli piace, mentre Jane riserva la vendetta solo a chi ha già ucciso (come Dexter). A Jane non piace la violenza ma forse la considera un male necessario. Non so se arriverà a far uccidere qualcuno della squadra per avere RJ, o a farsi uccidere da loro, non credo, credo che il suo toccare il fondo, tra omicidi, piste false, aiuto di RJ contro Panzer, tizio sepolto vivo, relazione con Lorelei e altro, abbia comunque un limite. Se avesse davvero ucciso Rigsby e Lisbon avrebbe avuto RJ nel finale della stagione 4, probabilmente non è così psicopatico e oscuro da fare qualunque cosa per vendicarsi. Secondo me è come House, sembra senza freni, ma in realtà ha un limite morale, per quanto molto difficile da raggiungere (lo dimostra anche il fatto che non ha voluto coinvolgere la bambina della 4×23 ulteriormente (anche quando minaccia Wainwright di non provare ad avvicinarla).

        Pubblicato da Stefano R | ottobre 25, 2012, 4:08 pm
        • Tenendo anche presente che, dopo quello che ha fatto, se causasse anche la morte di uno del suo team, Bertram lo licenzierebbe di sicuro, causa pressioni politiche, e quindi sarebbe ancora più difficile avere RJ senza aiuto del CBI.

          Pubblicato da Stefano R | ottobre 25, 2012, 4:11 pm
  8. In merito a Sarah sembra che il suo personaggio tornerà nell’episodio 5×09 “”Black Cherry”.

    Pubblicato da thementalistfan | ottobre 24, 2012, 11:40 pm
  9. Secondo me il problema è che ormai Patrick ha intrapreso una strada senza ritorno, le cose che è arrivato a fare, quasi tutte elencate da STEFANO R, sono molte, e sicuramente le cose andranno sempre più a degenerare, visto che quanto fatto fino ad adesso non è bastato neanche ad avvicinarsi un minimo a Red John, perché parliamoci chiaro, di RJ non sappiamo nulla!!! L’unica cosa che è emersa è che lui ha amici potenti…
    Inoltre la cosa più preoccupante è il suo uniformarsi a gente come Stails, che se non ricordo male ha detto a Jane una cosa del tipo: stai diventando come noi, o almeno quello era il senso, inoltre non scordiamoci che ha praticamente fatto evadere Erica Flynn, Jane sapeva benissimo che lei avrebbe provato a scappare.
    Per quanto riguarda Van Pelt, vorrei ricordarvi quando Jane dice a Grace: scrivi un nome, lei scrive Rigsby, Jane gli dice che aveva scritto Rigsby, lei risponde:hai provato ad indovinare?, Jane risponde: no, anche se NEL TUO CASO ERA SEMPLICE.. Quindi gli autori hanno dato il punto di partenza per un ritorno tra lei e Rigsby.
    Infine vorrei dirvi che io spero che Jane diventi malvagio, secondo me è predisposto, e sarebbe un finale diverso dal solito,

    Pubblicato da RJkill | ottobre 25, 2012, 6:18 pm
    • no… jane malvagio non credo.. E’ un circense scaltro e furbo, può rubare e imbrogliare, ma non è un malvagio. Lo ha dimostrato fin da bambino, ragazzino, quando non voleva imbrogliare nonna e nipote con la storia della pietra magica che poteva guarire alla bimba il tumore…

      StefanoR fa un paragone quasi del tutto corretto. Però secondo me è vero che sembra molto Dr.House, che sembra senza freni ma invece un limite sa quando arriva..ma Patrick è senza freni solo quando si tratta di falsificare prove, imbrogliare rj o l’fbi o il cbi, incolpare qualcuno dell’omicidio di panzer, prendere o riprendersi lorelai, ma non è troppo simile a dr.house.
      Entrambi vogliono raggiungere il loro obiettivo facendo cose “spinte e fuori dal limite” per prendere il killer (o la malattia). Ma patrick è sempre lucido. House spesso sbaglia perchè accecato dal voler guarire e dalla droga. Patrick teneva tutto sotto controllo anche quando ha finto 6 mesi di vagabondaggio. Poi un piano sembra mettere in pericolo il team, ma fa parte del mestiere di poliziotto. Un dottore in pericolo (specie di vita) non ci dovrebbe mai stare…. L’eccesso di velocità, sfasciare una casa con l’auto, prendere la corrente e quanto altro, sono sintomo di un uomo in pena,intelligente, arguto, filosofo e speciale, ma sofferente, che sembra senza limiti (anche perchè alcuni limiti sono spesso solo delle catene ingiuste) ma ha un limite morale, ma l’analogia con patrick è solo quella del limite morale e della volontà di arrivare a concludere il caso quasi a qualsiasi costo. Perchè dr.house lo fa spinto spesso da NIENTE, e non parlo del fare una risonanza senza il permesso, e potremmo non includere nemmeno il far uccidere il padre del paziente (o meglio spingere a farlo) per avere un donatore adeguato per il paziente figlio..

      Certo, entrambi vogliono arrivare a conclusione del caso, siamo d’accordo, ma il modo per arrivarci, sfrenato di house, e furbo e imbroglione di patrick, sono metodi simili, un cammino a ostacoli e di imbroglio simile, ma dal significato diverso.

      In conclusione, da house il disastro me lo aspetto/aspettavo, perchè spesso gli sfugge di mano qualcosa, da patrick me lo aspetto in misura molto minore, semmai causato dall’imprevedibilità di RJ…House distrugge una casa con l’auto, seppur abbia poi un limite morale. Patrick invece non lo farebbe.

      Pubblicato da marco | ottobre 26, 2012, 8:58 am
  10. Sarebbe interessante se Jane arrivasse a fingere la sua stessa morte… credo che RJ non riuscirebbe a non essere presente personalmente al funerale, troppo ego e teatralita’ in gioco per farsi scappare una occasione del genere!

    Pubblicato da Harry | ottobre 26, 2012, 8:39 am
  11. Secondo me non diventerà “malvagio”, al massimo solo una sorta di giustiziere. Di certo non si metterà a uccidere la gente per divertimento o mettere bombe in giro. Ripeto se avesse voluto avere RJ senza nessuno scrupolo morale, non avrebbe cancellato la mente della bambina e avrebbe davvero ucciso Lisbon e Rigsby.
    Le cose che ha fatto non sono poi così gravi: l’unica era sparare a Carter ma è stato assolto, tutto il resto è comunque nel suo stile di vita, ricordiamo che era uno che spillava 10000 dollari per una finta previsione, che truffava i malati di cancro con suo padre. Heller ha detto che vedremo ancora di più il suo lato oscuro, che lui ha da sempre, solo che prima lo mostrava meno, ma rimarrà sempre uno dei buoni. Anche Horatio Caine di CSI è un giustiziere, ha fatto fuori molti incalliti criminali, anche disarmati e a terra (episodi 6×15/6×16), ma non per questo è diventato un serial killer o qualcosa di simile.

    Pubblicato da Stefano R | ottobre 26, 2012, 9:02 am
    • esattamente. anche se secondo me nemmeno come horatio di csi diventa. Diventa più “OSCURO” nel senso che magari mentendo a lorelai continuerà a imbrogliarla ancor di più, sarà più cattivo e non penserà più a essere gentile, quanto piuttosto a dover prendere questo RJ con molta più determinazione, quanto piuttosto giocare sempre sull’astuzia…

      Comunque scrivendo prima dei 6 mesi di vagabondaggio volevo dire: perchè proprio a las vegas? come è venuto a sapere che lì RJ l’avrebbe contattato? insomma la california è così rande che non serve per forza andare fuori dallo stato e arrivare a las vegas. A Las Vegas, direte, c’erano quelli che volevano la resa dei conti con jane, oppure li ha incontrati proprio a las vegas? e quindi come sapeva che RJ l’avrebbe contattato? come ha capito che era lorelai sin da subito? perchè è chiaro che lo sapesse prima che loreali glielo rivelasse.

      Pubblicato da marco | ottobre 26, 2012, 12:02 pm
      • Credo che abbia scelto Las Vegas perché è il posto più facile per un ex falso sensitivo per ricominciare la sua attività, è una città ricca di night club e casinò dove chi vuole spillare soldi a qualcuno ha centinaia di opportunità per farlo, è il simbolo della “decadenza” e “corruzione” per antonomasia. Se vuoi dare l’idea di aver toccato il fondo, beh, Las Vegas è la scelta più logica. Credo che Jane immaginasse che RJ lo avrebbe tenuto d’occhio per un po’ e poi, ovunque fosse, l’avrebbe contattato per portarlo dalla sua parte. Credo che abbia anche scelto di lasciare la California per dare anche un altro tipo di messaggio a Red John ovvero che aveva rinunciato veramente alla caccia e aveva chiuso con tutto quello che riguarda RJ e gli ultimi dieci anni della sua vita. I tipi che poi lo hanno picchiato secondo me li aveva incontrati durante i suoi sei mesi a Vegas… E per quanto riguarda Lorelei, ha capito che era lei dopo che lui le aveva confidato di aver ucciso un uomo e lei non aveva fatto una piega (una persona normale avrebbe reagito diversamente)… Poi quando ha pagato la cauzione ha avuto la conferma dei suoi sospetti.

        Pubblicato da thementalistfan | ottobre 26, 2012, 12:21 pm
  12. Sono d’accordissimo con chi ritiene che la sciatteria nello sviluppo dei casi settimanali sia una mancanza di rispetto nei confronti degli spettatori; è inoltre una mossa molto poco intelligente per quel che riguarda il successo della serie: noi aficionados probabilmente lo seguiremmo comunque, ma i telespettatori occasionali o quelli che lo seguono ogni tanto non possono essere interessati come noi a dinamiche tra i personaggi, storyline principale (RJ) o misteri secondari (il mitico Tupperware, giusto per nominare quello che mi intriga di più), ragion per cui se li vuoi agganciare devi scrivere molto bene gli episodi settimanali, cosa che ad altri autori in altre serie riesce benissimo.
    Bisogna considerare anche il fatto che lo spostamento nella time slot di domenica, dopo la partita di… boh, qualche sport ‘mmerigano, ha fatto perdere molto share alla serie: c’è già chi parla di ultima stagione per TM (scenario catastrofico, nnnooo vi prego!). Insomma, che si spremano le meningi e scrivano qualcosa di interessante anche puntata per puntata, altrimenti sono guai per TM.
    Chiariamo, io adoro lo sviluppo dei personaggi, le dinamiche interne al team, il misterone RJ e i misterini accessori, è il motivo per cui seguo TM, ma devo ammettere che mi divertivo molto di più quando i casi erano ben curati e tutto sembrava filare ad orologeria.
    Detto questo, mi piace che si dia spazio ai membri del team, sono affezionata a tutti e il CBI per me non sarebbe lo stesso senza Rigsby e Van Pelt, giusto per citare i due che vengono spesso ritenuti i più “inutili” da molti fan: io li trovo anche ben recitati, vedi un po’! Ragion per cui questo episodio mi è piaciuto assai.
    TheMentalistFan, hai usato proprio l’aggettivo che è venuto in mente a me per descrivere Jane in certi momenti: creepy! Eccezionale, adoro questa parte cinica e anche un po’ viscida di Patrick, la tigre dentro l’agnello…
    Ultima cosa: a me non interessa tanto scoprire chi, ma perchè e come, cioè in realtà non sarò affatto delusa se si scopre che RJ è Partridge, CBI Ron, Minelli o chiunque altro, purchè gli costruiscano un solidissimo movente, ci illustrino la sua personalità, le motivazioni, il passato, il rapporto che lo lega a Patrick; insomma, voglio le spiegazioni di TUTTO, e che tutto torni a posto, come in un congegno ben progettato ed oliato. Secondo me ce lo devono, visto che seguiamo la serie con tanto spremerci di meningi: se esiste una serie con fan pensanti, quella è TM!
    Chiudo questo post lunghetto con tanti complimenti a TheMentalistFan per il sito, bellobello!🙂

    Pubblicato da Rae75 | ottobre 26, 2012, 11:55 am
    • infatti non è tanto chi è, come già scrissi io, quanto piuttosto come, quando, dove, perchè?
      RJ è così acculturato, perchè uccide? è solo un maniaco oppure ha una perversa missione evangelizzatrice alla stiles? è vicino a patrick sin da subito? come caspita sa dove abita? significa che qualche legame ce l’ha avuto, dunque era infiltrato in polizia, CBI, FBI, ben prima d patrick? oppure sta facendo tutto un gioco, e solo per giocare con patrick? l’ha migliorato, è vero, (patrick) ma era la sua intenzione da subito o solo dopo? cioè non c’è da sapere solo perchè certi omicidi, come (ovviamente vogliamo sapere il “come ha fatto” in ogni caso che lo riguarda, ma anche tanto altro). Insomma è troppo acculturato per essere il solito “uomo” maniaco sfigato… Secondo me s’è creato uno scopo preciso…perverso o meno…

      Pubblicato da marco | ottobre 26, 2012, 12:16 pm
  13. Secondo me uccide chi gli manca di rispetto. E usa i discepoli per suoi scopi, attirandoli con: 1 Denaro, favori materiali (Dumar, O’Laughlin), nuove identità (Timothy Carter) (quelli più normali e integrati), stile mafia;
    2 Con trucchi vari, lavaggio del cervello (come ha tentato con Kristina), manipolazione (Todd Johnson), facendo credere di amarli (Rebecca), soluzioni da culto religioso (Lorelei, Gupta, l’assassina del motel), (per i più psicopatici).
    Ha cominciato a uccidere chi magari gli ricordava una figura negativa o magari chi lo trattava male (secondo il suo livello di tolleranza basso); poi ha cominciato ad essere potente e ad amare il potere per sé stesso (Heller ha detto così), divertendosi con Jane, e dovendo però nascondere le prove e far tacere i testimoni. Gli omicidi in stile RJ, quelli compiuti di persona, dopo il 2002, a partire dalla famiglia di Patrick, sono stati tutti apertamente utili a nascondere evidenze oppure a punire un affronto da lui subito. L’unico è stata Emma Plaskett, che è stato ciò che ha voluto da Dumar in cambio di Maya, l’altra gemella, e anche uno stratagemma per attirare il CBI (come le uccisioni di Johnson, secondo me, è tutto un suo piano che prevedeva di uccidere persone conosciute da Hightower, ad esempio).
    Per sapere dove abita la gente, probabilmente la fa pedinare come fa con Darcy, o Panzer. Non credo che conoscesse personalmente Jane prima che lui si occupasse del caso RJ. In certi casi anziché da sola rabbia o odio verso le vittime (o chi rappresentano), crede di poter seriamente cambiare la vita delle persone, ad esempio aver trasformato Patrick in un detective al posto di un truffatore da circo.

    Pubblicato da Stefano R | ottobre 26, 2012, 3:21 pm
    • Jane “oscuro”, riflettendoci, a parte la sua ossessione su RJ da prendere a tutti i costi, è il suo diventare “un maestro dei vendicatori”, come RJ è un maestro di aspiranti serial killer.

      Mi domando anche: se nell’ultima stagione RJ venisse catturato o ferito (invece che scoperto e subito ucciso, come Carter, o invece che scappi, diventando solo una caccia all’uomo) e alla fine fosse in prigione, da dove ovviamente continuerebbe a perseguitare psicologicamente Jane, lui si infiltrerà in prigione per ucciderlo?, Oppure RJ scapperà (magari anche lasciato uscire da Jane come fece Winter per l’assassino di sua moglie) e alla fine, dopo aver salvato magari qualcuno della squadra, o sventato un attacco-bomba di RJ al CBI, Patrick lo ucciderà in uno scontro all’ultimo sangue con lui?

      Pubblicato da Stefano R | ottobre 27, 2012, 5:02 pm
  14. Però secondo me non è cosí semplice.Chi ci dice che alla fine lo ucciderà veramente?Finora trovare ed uccidere RJ è stata la ragione di vita di Jane e fino a poco tempo fa anch’io ero certa che la storia non avrebbe potuto che concludersi con Jane che finalmente ottiene la sua vendetta ma ora non ne sono più tanto sicura.Heller ha sempre detto che Mentalist non è altro che una nuova versione di “Moby Dick”,che RJ per Jane è l’equivalente di ciò che era la balena bianca per il capitano Achab.Ma a causa della sua ossessione Achab è morto ed ha condannato allo stesso destino quasi l’intero equipaggio del Pequod.Perchè la vendetta ha un prezzo,sempre.E credo che sia proprio su questo che si basa questa serie…..fin dove è disposto ad arrivare Jane per vendicarsi,quale prezzo è disposto a pagare?E lascerebbe davvero che magari la squadra e soprattutto Lisbon venissero distrutti solo perchè RJ muoia?Se per caso dovesse scegliere tra la sua vendetta e la salvezza delle persone a cui tiene,siamo davvero sicuri che sceglierà la prima?Achab era cosí ossessionato dalla sua caccia che ormai non aveva più niente di umano ma Jane non è Achab.E non credo nemmeno che sia un giustiziere,è soltanto una persona profondamente ferita che è combattuta tra la sua voglia di vendetta ed il desiderio di andare avanti con la sua vita.Chissà, magari quando si troverà davanti Red John scoprirà ,come una volta gli disse Lisbon ,che in fondo ama la vita molto più della vendetta e che non sarà certo la morte di RJ che lo aiuterà a sentirsi meglio…

    Pubblicato da serena7147 | ottobre 27, 2012, 11:57 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cookies

Utilizzando questo blog, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti Leggete la privacy policy completa

Facebook page

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: