//
you're reading...
Patrick Jane, Ultimi episodi

Recensione The Mentalist 4×20

Ovvero c’è del marcio in Redmund: omaggio a William Shakespeare

Non è la prima volta che Shakespeare fa la sua comparsa in The Mentalist, quest’anno addirittura due episodi fanno riferimento esplicito all’autore (oltre al 4×20 anche il 4×17 – Cheap Burgundy), nella seconda stagione (2×04 – Red Menace), invece, Jane cita modificandolo un passo proprio dall’Amleto – Atto III, scena 3 – “All this murder talk is rank; it stinks to heaven. It hath the primal eldest curse upon ‘t.”

L’episodio di The Mentalist trasmesso negli USA lo scorso 5 aprile, intitolato “Something’s Rotten in Redmund”, in omaggio appunto il sommo poeta inglese, è stato davvero notevole. Scritto dall’assistente di Bruno Heller, Rebecca Cutter, al suo esordio come autrice nella serie, è un esempio di buona scrittura, oltre che di ottima recitazione. Seppur il caso della settimana fosse in sé piuttosto semplice e, per qualcuno, anche “scontato”, in realtà alcuni elementi lo hanno reso davvero degno di nota, tanto da farlo entrare prepotentemente tra i miei episodi preferiti della stagione insieme a Scarlet Ribbons (4×01) e Fugue in Red (4×10).

La bellezza di questo episodio ‘sta, soprattutto, nei dialoghi e nelle trovate divertenti come la bellissima scena di Jane nell’ufficio del Preside, quella di Lisbon a teatro oppure la performance a sorpresa di Jane nel ruolo del fantasma del padre di Amleto.

Ma a fare la differenza in questo episodio è stato, personalmente, l’inaspettato e toccante finale. Qui si vede la cifra stilistica dell’autrice oltre alla notevole bravura degli attori, Simon Baker in particolare: 20 secondi in grado di cambiare tutto, pochi attimi che, per chi segue The Mentalist e conosce la storia di Patrick Jane, sono carichi di grande significato e di emozioni celate. Il voler mostrare appena il dolore nel volto di Jane, senza dare ulteriori spiegazioni è una scelta sicuramente azzeccata, perché permette ad ognuno di aggiungere le proprie emozioni e caricare quella scena di sensazioni e significati differenti. Il finale è ancor più bello perché completamente inaspettato, dopo una puntata così divertente tutto ci si aspetta tranne che una nota dissonante e dolorosa. Complimenti, quindi, a Rebecca Cutter autrice dell’episodio, mi auguro le sia dato maggior spazio nella prossima stagione.

Discussione

Un pensiero su “Recensione The Mentalist 4×20

  1. La scena dal preside era veramente grandiosa: Jane nei panni del ragazzino richiamato dal preside e Lisbon l’adulta responsabile, tipo sorella maggiore: esilarante.

    Pubblicato da Rae75 | maggio 2, 2012, 3:12 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cookies

Utilizzando questo blog, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti Leggete la privacy policy completa

Facebook page

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: